IL TEATRO DELLA MEMORIA

sala polivalente

Abbiamo appena terminato di lavorare alla realizzazione di una grande sala polivalente, il cui utilizzo sarà concesso a tutti i residenti, secondo i loro bisogni. In questa ottica già tre organizzazioni hanno iniziato ad operare in sinergia: il Théâtre de Fortune di Montréal, il Microthéâtre di Parigi e l’autoctono Festival Internazionale del Cortometraggio “Con i minuti contati”.
Fin da subito possiamo accogliere artisti, scrittori, musicisti, scultori, registi, fotografi, ricercatori, eremiti, liberi pensatori e sognatori incorreggibili persi nella loro meditazione o in estasi dinnanzi alla bellezza cangiante dei nostri paesaggi, che non sono mai completamente uguali, né mai completamente diversi. Abbiamo immaginato questo luogo un po’ alla maniera di un monastero rabelaisiano, un Thélème laico, aperto a 361°, in cui ognuno può portare con sé la Bibbia, il Corano, il Sûtra del Diamante, il Sanātanadharma, il Nunavut Sanginivut, il Papalagui oppure le storie di Snoopy o di Tintin, cercando semplicemente di rispettare insieme il modus vivendi conosciuto bene agli anarchici:
«La libertà dell’uno finisce dove inizia quella dell’altro»